Template Joomla scaricato da Joomlashow

Home
Prima Pagina - Info Venezuela Bolivariano

"Così rompiamo il cappio mediatico e combattiamo il nuovo Piano Condor contro l'America Latina". Intervista a Cynthia Garcia

PDF
Stampa
E-mail

di Geraldina Colotti

Dall'Europa all'America Latina, un'agenda comune contro la guerra mediatica e la censura. Questo il proposito del “Foro itinerante por la comunición y el dialogo intercultural entre UE y América Latina” che ha preso avvio presso il Parlamento Europeo a Bruxelles, è proseguito poi verso Londra, Stoccolma, Berlino ed è arrivato nella città di Cremona, prima di far tappa a Milano e concludere il giro a Parigi. Nei locali dell'Associazione Latinoamericana di Cremona, si proietta un cortometraggio del giovane documentarista argentino Joaquín Polo. La voce di Hugo Chavez grida: “Vayanse al carajo, yankees de mierda” mentre sfilano bandiere rosse e immagini che ricordano il buco nero dell'ultima dittatura argentina. Al tavolo, insieme al regista, c'è Liliana Mazure, ex deputata del Frente Para la Victoria ed ex presidenta dell'INCAA. Con lei, due giornaliste, Celeste del Bianco e Cynthia Garcia, con la quale abbiamo conversato per questa intervista. Garcia, Premio Rodolfo Walsh 2017, dirige la piattaforma digitale che porta il suo nome, La Garcia.

 

Trump esige da 15 Paesi: Zero medicinali e zero alimenti al Venezuela - Maduro deve cadere

PDF
Stampa
E-mail

..tra cui l'Italia - Obiettivo: fomentare violenze e sommosse prima di fine maggio

21 aprile 2018

Trump ha chiamato all'appello 15 Paesi ed ha ingiunto una linea d'azione: proibito commerciare medicinali e prodotti alimentari con il Venezuela. La parola d'ordine é: agire immediatamente, senza pretesti e dilazioni perché il "dittatore" Maduro deve cadere prima di fine maggio. La Casa Bianca ha riunito i rappresentanti dell'Argentina, Brasile, Canadá, Francia, Germania, Italia, Guatemala, Giappone, Messico, Panama, Paraguay, Perú e Regno Unito per esigere azioni concrete, e per bloccare qualsiasi via con cui il governo del Venezuela possa finanziarsi o effettuare i pagamenti dell'importazione di prodotti-base. Medicinali e alimenti sono la meta privilegiata di questo attacco.

 

La destra cerca di riscrivere la storia latinoamericana

PDF
Stampa
E-mail

19 Aprile 2018

di Emir Sader*

da alainet.org
Traduzione di Marx21.it

Quando non riesci a cancellare la storia, devi cercare di riscriverla, dandole un senso radicalmente opposto a ciò che era nella realtà. Questo cerca di fare la destra latinoamericana rispetto ai governi progressisti di questo secolo nel continente.

Dopo l'euforia della proposta neoliberista, che avrebbe risolto tutti i problemi dei nostri paesi, riducendo la Stato alla sua dimensione minima, promuovendo il dinamismo del mercato, è arrivata la depressione dovuta all'esaurimento prematuro del modello. Non è possibile contestare il successo dei governi anti-neoliberisti, ragion per cui si cerca di cancellare questa parte della storia, di squalificare le sue personalità e fare finta che non siano esistite. Di modo che la storia (o meglio, la fine della storia) segua il suo corso, affinché il pensiero unico cerchi di imporre nuovamente le sue incontestabili verità e perché il Consenso di Washington rafforzi il suo carattere consensuale.

 

Venezuela: Comunicato Ufficiale in risposta alla dichiarazione dell’Alto Rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari Esteri Federica Mogherini

PDF
Stampa
E-mail

20 Aprile 2018

Il Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela respinge con forza la dichiarazione dell’Alto Rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari Esteri Federica Mogherini, a nome dell’Unione Europea, cui è stata rilasciata il 19 aprile 2018, in chiara violazione dei principi più elementari del diritto internazionale e delle disposizioni riguardo il rispetto della sovranità, l’autodeterminazione dei popoli e la non ingerenza negli affari interni degli Stati, stabiliti nella Carta delle Nazioni Unite.

Con questo tipo di posizione, l’Unione Europea e i suoi Stati membri danno un nuovo esempio della deplorevole subordinazione ai dettami del governo degli Stati Uniti d’America. Queste azioni costituiscono un’aggressione contro il popolo venezuelano e lo Stato venezuelano e le sue istituzioni legittime e sovrane.

 

La Russia denuncia l'embargo contro il Venezuela. "Gli Usa vogliono creare una crisi umanitaria per innescare una rivolta"

PDF
Stampa
E-mail

Il Direttore del Dipartimento per l'America Latina del Ministero degli Esteri della Russia, Alexander Schetinin, ha definito 'distruttiva' la politica delle sanzioni degli Stati Uniti contro il Venezuela e ha affermato che Washington cerca di creare il 'caos', al fine di aggravare la crisi economica del paese sudamericano.

"E 'ovvio, per quanto riguarda il Venezuela, che questo deterioramento, con tutte le difficoltà connesse, è dovuto in gran parte ad una linea distruttiva delle sanzioni che vengono applicate da attori esterni", ha detto giovedi Schetinin alll'agenzia russa Sputnik.

Secondo Schetinin, gli USA stanno causando una "crisi alimentare" con l'obiettivo di innescare una ribellione e creare così in Venezuela un caos "presumibilmente controllato".

 


Pagina 1 di 3

online

We have 22 guests online
ALCUNI SITI E BLOG CON INFO SU VENEZUELA E AMERICA LATINA
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Copyright © 2018 Comitato Bolivariano La Madrugada - Firenze. All Rights Reserved.
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.